La mia avventura di volontariato in Etiopia: un’esperienza che mi è entrata nel cuore

Testimonianza_Elisabetta (7)

Ciao a tutti!

Mi chiamo Elisabetta, sono stata in Etiopia la prima settimana di Dicembre.

E’ stato il mio primo viaggio in Africa, un’esperienza meravigliosa, incredibile che mi ha aperto il cuore! Ho deciso di trascorrere così la mia settimana di ferie perché volevo iniziare a fare volontariato in Africa, così mi sono messa alla
ricerca per capire come poter realizzare questo mio sogno e ho trovato il contatto di Paolo.

Ho scritto a Paolo chiedendogli di andare in una missione dove sarei potuta tornare spesso, allo stesso tempo ho
contattato una mia cara amica che è stata in Africa varie volte, la cosa che mi ha colpito è che entrambi
si conoscevano già!

Paolo è riuscito ad organizzarmi il viaggio in pochissimo tempo: sono andata a stare presso una Congregazione di Padri Indiani che vivono tra Emdibir e Goro a circa 200 km da Addis Ababa. I Padri mi hanno accolto benissimo facendomi sentire da subito come a casa e non facendomi mai sentire sola! In quei giorni ho potuto vedere le loro attività e le loro missioni a Goro e nei villaggi vicini come Burat.

A Emdibir loro hanno una scuola professionale di disegno tecnico e a Goro una scuola elementare con un asilo. Sono delle persone eccezionali nella loro semplicità, dedite completamente all’aiuto del prossimo, il loro intento è quello di formare bambini e ragazzi che vivono con loro dando loro un’istruzione che li possa spingere a continuare gli studi come l’università per poi trovare un lavoro
dignitoso e onesto.

E’ stata una settimana molto intensa che mi ha cambiata profondamente e che mi ha dato una serenità interiore enorme! Mi ha fatto capire che è importante ogni tanto fermarsi per riflettere sulla propria vita, su dove si sta andando, e che quando ci si mette al servizio degli altri per aiutarli, in realtà ricevi in cambio tantissimo! Sono rimasta soddisfatta da questa esperienza che vorrò sicuramente ripetere e appena potrò con le ferie tornerò di sicuro lì.

L’Etiopia con la sua gente, con i suoi colori mi è entrata nel cuore: ho conosciuto delle persone eccezionali e per tutto questo sono grata a Paolo che mi ha sempre seguito durante tutto il mio soggiorno in Etiopia con attenzione e dedizione facendomi sentire al sicuro, è stato il mio angelo custode!



Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*